Alessandro Scarpellini, poeta, scrittore ed educatore, giurato del Concorso Versi per L’Anima, ha partecipato alla Rassegna Web Salute Condivisa raccontando in diretta il suo amore per la scrittura e il suo legame con questo speciale concorso letterario giunto ormai all’undicesima edizione. Potete riascoltare QUI  l’emozionante puntata della rassegna in cui Alessandro ha condiviso con noi i suoi pensieri e la sua esperienza. Per approfondire il tema ecco l’articolo scritto per l’occasione. 

 

 

LA MAGIA DELLA SCRITTURA

di Alessandro Scarpellini

«L’intero universo è attraversato da lega­mi invisibili; ogni cosa è connessa al tutto. Questo è uno dei motivi per cui i filosofi stoici credevano nei presagi. Poiché l’inte­ro universo è un solo essere vivente ci deve essere un’affinità anche fra cose apparen­temente molto lontane. […] Ogni cosa al mondo è uno specchio segreto dell’univer­so.» (Ronald Christ, Intervista con Jorge Luis Borges, a cura di Raul Montanari, Minimum Fax, Roma 1999, p. 52)

Scrivere è percepire il continuo ed inesauribile mormorio dell’essere” asserisce Maurice Blanchot  ne “Lo Spazio Letterario”. E’ proprio da qui che parte il mio pensiero breve sui flussi, sentieri, benefici dello scrivere o fare poesia.

Ascoltare e ascoltarsi è il primo punto di ogni arte, il preludio ad ogni comprensione ed espressione.

La parola ispirazione può trarre in inganno, misticizzare e mistificare il potere delle parole di cui parla la Kabbalah ed ognuno può fare esperienza. Il raccontare raccontarsi è un pescare nelle acque profonde o brevi del proprio essere e delle molteplici realtà del mondo.

Vi sono interi trattati su questo, ma mai esaustivi, tanto che molti, per non conoscenza, confondono il linguaggio con l’espressione e l’espressione con la tecnica (l’uso strumentale e/o efficace di alcune parti del linguaggio… che a volte diventano stereotipie o limitazioni… una sorta di conchiglia o abito in cui chiudersi o vestirsi per apparire).

La scrittura è un continuo viaggio che parte dal sé e dalla materia – dopo che è stato svelato ed esplorato – per arrivare oltre i propri confini di percezione e il porto da cui siamo partiti. E’ un tragitto dell’essere e del divenire, un continuo scambio fra questi vasi o laghi comunicanti.

Non a caso il grande Borges, il vecchio che conosceva il sanscrito da bambino, sussurra in un memorabile scritto “Non ci è dato di sapere cosa scriveremo” e in un altro:  «La radice del linguaggio è irrazionale e di carattere magico. […] La poesia vuol tornare a quell’antica magia. Senza leggi prefissate, essa opera in modo esitante e te­merario, come se camminasse nell’oscuri­tà. Misterioso gioco di scacchi la poesia, la cui scacchiera e i cui pezzi cambiano come in un sogno e sul quale mi chinerò quando sarò morto.» (Prologo, in L’altro, lo stesso, in Opere, II, p. 9)

Sarà Heinrich Böll, in “Rosa e dinamite” ad asserire, fra mille dubbi e mille luci od ombre che lo pungevano, che “Comunque si scrive sempre contro la morte”, io aggiungo “(…) anche quando si scrive di smarrimento, di dolore, di perdizione, di morte o fine in noi”  .

La scrittura non è un minuetto divertente, una danza benefica ed innocua, ma un viaggio fra gioia – graffi – attimi – giorni – pensieri – desideri – rovi – amori – tradimenti – naufragi – speranze – nubifragi – piacere e disperazione.

Una sorta di conoscenza e tragitto alchemico in cui spirito e materia, anima e sensi fanno meravigliosamente l’Amore… entrano dentro questo mondo, esplorano le sue realtà sommerse, prendono bivi ed altri sentieri di percezione ed esistenza.

Rimanere nel proprio tratto lacustre, facendo mostra di se stessi, non ha senso ed è la negazione del viaggio stesso, della magia della scrittura… essere, sempre e ancora, un punto in movimento, come bisbiglia e bisbigliava il grande Maestro del Teatro Peter Brook.

No, scrivere, non è un mettere in vetrina le proprie emozioni per avere consenso o accoglienza, è molto di più.

I versi non sono per l’anima, ma devono sgorgare dall’anima (in tutte le sue sfumature), ed essere rugiada di nuovi mattini… è tempo di cambiare, di essere e divenire, riflettere ed agire, sorelle e fratelli della luna, semi e minuscoli grani del mistero dell’Amore segreto / profondo / vero / indecifrabile / dolce / amaro / meraviglioso.

Ποιεῖν, nell’antica lingua di Aristotele e Socrate, ha questo illuminante e sconvolgente significato.

Non si scrive per stare bene, come se si facesse uso di un’aspirina emotiva o di una festa mascherata per far tacere le nostre paure o angosce, ma per scoprirsi ed essere, andare dentro e oltre il vento della creazione, al fine di mutare il nostro sguardo mondo, divenire materia sensibile e spirito senziente in una unione orgasmica con tutto ciò che siamo e fuori di noi è insieme a noi.

Allora i versi di Saffo, di Alda Merini o della Valduga – ma anche di ognuno che scrive -saranno veri come i rovi delle more, i corbezzoli del bosco, i ruscelli, le nostre labbra che baciano il miele del piacere o de l’Amore, le pietre levigate dal mare, le maree stregate dalla luna, i flussi mestruali, i vagiti delle bambine e dei bambini, l’altalena sospinta dal maestrale o dallo scirocco, le eruzioni dei vulcani, i piccoli non ti scordar di me, i capezzoli di una donna, i nostri sogni e gli occhi dei migranti o dei malati di mente che hanno in sé altri universi feriti o dolcissimi.

Forse la poesia fa rima con eresia, essere de divenire, vita, tempo senza tempo, eros, malinconia e allegria.

Forse…

                                                  Alessandro Scarpellini, 30/11/2020

 


Si trova ed è ordinabile l’ultimo libro di poesie di Alessandro Scarpellni “L’Amore Segreto” (Ensemble Editore). Un viaggio dentro il mistero dell’universo femminile che è in noi e dentro la materia, il desiderio vivo e vero di un altro mondo o altri mondi qui ed ora.  Resistenza e Amore, ancora e sempre. Preziosa copertina del pittore Mauro Cristofani, prefazione del cantastorie Alessio Lega (più volte premiato al Premio Tenco), postfazione di Edoardo Olmi (voce giovane e profonda di !Affluenti”).

Possibile trovare od ordinare “L’Amore Segreto” presso le librerie di Pisa (Blubook, Tra le Righe, Erasmus, Libraccio, Fogola, Ghibellina, etc.) , Marina di Pisa (Civico 14 in Via Maiorca) , Cascina (Libreria Gini), Volterra (Libreria de L’Araldo) . Può essere richiesto direttamente all’Editore Ensemble (https://www.edizioniensemble.it/prodotto/lamore-segreto/) . Ordinabile via internet:  IBS (https://www.ibs.it/amore-segreto-libro-alessandro-scarpellini/e/9788868816773?inventoryId=245355110( , Amazon (https://www.amazon.it/Lamore-segreto-Alessandro-Scarpellini/dp/8868816776). Mondadoristore (https://www.mondadoristore.it/L-amore-segreto-Alessandro-Scarpellini/eai978886881677/), Libreria Universitaria (https://www.libreriauniversitaria.it/amore-segreto-scarpellini-alessandro-ensemble/libro/9788868816773), Eprice (https://www.eprice.it/letteratura-varia-Ensemble/d-59325045?metb=ATG_pcat)., Hoepli (https://www.hoepli.it/libro/l-amore-segreto/9788868816773.html), Libro Co (https://www.libroco.it/dl/Alessandro-Scarpellini/Edizioni-Ensemble/9788868816773/L-amore-segreto/cw831703694559955.html), Book pride (https://online.bookpride.net/espositori/ensemble/catalogo/lamore-segreto), Retropromo (https://online.bookpride.net/espositori/ensemble/catalogo/lamore-segreto), etc.

(https://www.edizioniensemble.it/prodotto/lamore-segreto/) .