Il progetto educativo, ricreativo e abilitativo Big Little Fish de L’Alba Big Fish per i campi solari, favorisce l’integrazione di bambini normodotati e bambini con disabilità o disagi sociali e ambientali.

In programma: giochi acquatici, laboratorio di pasticceria, escursioni sul territorio, passeggiate, attività sportive (inclusa canoa età 6 – 14 anni), balli, laboratorio di ceramica e attività ludiche in generale, lezioni estive.

Ogni settimana accoglienza e formazione del gruppo-campo, con programmazione delle attività settimanali.
Ad ogni chiusura del campo i bambini potranno portarsi a casa un manufatto di ceramica da loro stessi realizzato.

Chi si può iscrivere
Bambini 3/6 anni residenti nel Comune di Pisa – max 25 a campo
Bambini 6/14 anni residenti nel Comune di Pisa – max 25 a campo

Dove:

L’Alba Associazione – via delle Belle Torri – PISA. Da lunedì a venerdì 9-13; tel. 050 544211, 346 330 7054 (Michela)
Stabilimento Balneare L’Alba Big Fish – via Litoranea 68, Marina di Pisa. 9-20; tel. 050 314 4656

Possibilità di richiesta dei Contributi comunali/vouchers

Perché il mare fa bene

La vacanza al mare è estremamente benefica per i bambini, per fare il pieno di elementi salutari e prepararsi alla stagione autunnale ed invernale.

Dal punto di vista ambientale l’aria marina è ricca di magnesio, potassio e iodio ed incide positivamente sulle problematiche respiratorie.

L’acqua, ricca di oligo-elementi, è un detergente naturale lievemente disinfettante per il naso e stimola la circolazione sanguigna.

Il sole, con le dovute precauzioni rispetto agli orari di esposizione e all’uso di creme protettive, è una fonte preziosa di vitamina D e inoltre stimola la serotonina, ormone antistress che favorisce il buon umore!

A questo si aggiunge la possibilità di fare attività fisica all’aperto con un accesso libero ad elementi naturali, a contatto con la sabbia e facendo movimento in acqua, notoriamente utilissimo per un armonico sviluppo muscolare.

E’ importante anche lo stimolo sensoriale: acqua e sabbia, l’aria sulla pelle, i profumi del mare e i suoi colori: le molteplici sfumature di blu favoriscono la serenità.

 

La preziosa integrazione del Big Fish

L’Alba Big Fish è un bagno “speciale”. Negli anni si è costruita una comunità accogliente e armoniosa di famiglie con bambini, gruppi di amici e gruppi di persone che hanno sofferto o soffrono di un disagio psicologico o hanno una disabilità intellettiva e che svolgono nello stabilimento balneare sia percorsi di riabilitazione psico-sociale che attività di formazione al lavoro.  Lo spazio meraviglioso del mare viene condiviso da tutti con gioia e serenità.

Il fatto che l’ambiente sia caratterizzato dall’assenza di stigmatizzazioni rispetto alla malattia, alla disabilità e al disagio sociale può favorire molto l’integrazione di bambini con delle difficoltà, perché il metodo di lavoro è orientato in modo specifico al coltivare la capacità di stare insieme senza “sentirsi diversi”, imparando invece che ogni persona ha bellissimi talenti e capacità e, soprattutto, ha valore in quanto è una Persona, bellissima, unica e irripetibile.

Modellare l’argilla

Clicca per guardare la galleria fotografica 🙂

Modellare l’argilla è un’attività dai comprovati effetti terapeutici.

Durante la modellazione e la manipolazione c’è l’appagamento del piacere tattile del contatto con una materia malleabile, che può dare spazio al gioco infantile della sperimentazione dell’uso delle mani e delle dita nell‘esplorazione della “pressione”, della forza e delle variazioni del movimento che producono effetti sempre diversi.

La fantasia e la creatività sono pienamente libere di esprimersi: al termine i piccoli oggetti creati vengono cotti e successivamente consegnati ai bambini che possono portarli a casa con sé, orgogliosi di vedere i risultati del loro lavoro. E’ un’occasione per scoprire una dimensione artistica nuova.

Lo stato di concentrazione che avviene mentre si usano le mani ha anche un positivo effetto neurologico, rilassante e distensivo, simile a quello che si realizza con la meditazione.

Riciclo e fantasia

Utilizzare materiale riciclato per costruire giocattoli e piccoli oggetti non è solo un’occasione per sensibilizzare i bambini rispetto tematiche ambientalistiche, di lotta allo spreco, consumo responsabile e raccolta differenziata dei rifiuti.

E’ un’attività che apre la mente e coltiva la fantasia e l’immaginazione: quante cose si possono fare con un oggetto che non si usa più, trasformandone l’uso in modo sorprendente ed imprevisto!

Un vecchio calzino spaiato si trasforma in un pupazzetto, le bottigliette di plastica possono diventare piccoli robot, animaletti o portapenne decorati.

Nel gruppo ognuno scopre ciò che più gli piace: chi si entusiasma nel raccogliere conchiglie e piccoli sassi decorativi, chi si appassiona nella decorazione, chi nel tagliare ed incidere. I piccoli oggetti diventano ricordi dell’estate o piccoli doni da portare ai genitori.

Storie e racconti

L’affabulazione non può mancare tra le attività di gioco formativo.

Costruire una fiaba tutti insieme è un divertimento di gruppo che può mettere in luce in modo divertente l’espressività ciascun bambino.

Inoltre è un processo che aiuta molto nel costruire il gruppo: una storia costruita insieme unisce le immagini di ogni bambino e, quando è terminata, viene riconosciuta da ognuno dei partecipanti sia come espressione della propria individualità sia come espressione della piccola comunità che si è creata.

Ne possono beneficiare anche i bambini più piccoli, utilizzando il disegno come mezzo di narrazione. Può trasformarsi in una piccola rappresentazione per concludere il campo estivo oppure può diventare un piccolo libro, creato con materiale da riciclo, che i bambini possono portare a casa.

Storia di Giulia

Storia di Vittoria

storia di Seynabou

Storia di Olivia

Storia di Ginevra

Storia di Francy

Storia di Angelica

storia di Cherine

Storia di Enys

La cura del cibo per un cibo che cura

I bambini hanno la possibilità di pranzare insieme e l’alimentazione è un tema importante che può essere affrontato con un approccio giocoso, unendo la riflessione e lo sviluppo della consapevolezza agli strumenti più consoni all’età, come il disegno.

I poster sono un’ottimo strumento: è un lavoro di gruppo, in cui ognuno può dare il suo contributo e la sua idea originale, dopo il confronto e la riflessione guidata dagli operatori. Il risultato, colorato, allegro, facilita la memorizzazione e la familiarizzazione con concetti elaborati e complessi.