La Ricerca


Uno dei fattori più importanti che hanno sostenuto il forte cambiamento del singolo e della comunità circostante, è il fatto che ci siamo mossi a rete sul territorio e con i servizi. Grazie a questa ricchezza alcuni ragazzi hanno sviluppato fiducia nella società iniziando a sperimentare momenti di avviamento al lavoro, piccoli impegni di responsabilità sviluppando motivazione alla ricerca di una propria autonomia lavorativa, abitativa ed emotiva. La sede, il Circolo L’Alba, è un Circolo innovativo, gestito da ex-utenti della Salute Mentale, aperto a tutta la cittadinanza, con problematiche psichiche e non, in cui ristorazione, bar, divertimento, cultura, spettacoli, formazione costituiscono il clima socio-ambientale in cui abbiamo operato.

Da più parti, Dipartimento di Salute Mentale della Azienda USL5 di Pisa, Servizi Sociali Territoriali, SDS zona Pisana e anche dalle famiglie, vista la necessità di implementare il lavoro in questa area, è stata evidenziata l’importanza di tale spazio aperto specifico e dedicato a questa fascia di utenza che prevede, comunque, un confronto e una partecipazione in rete con altre associazioni già attive sul territorio pisano (es: LIBERA, ANFASS, AIPD, ANMIC, BIVER, UNITALSI, CAREGIVER, UNIONE CECHI, AIBACOM, ecc…)

Oltre agli operatori NSV: SA la figura che risponde a questa necessità, – una sorta di io ausiliare, come è stata perfettamente definita, – è prevista nel nostro ordinamento giudiziario ed è l’Amministratore di sostegno (AdS). Il reperimento di queste figure si presenta oggi localmente difficoltoso. La legislazione regionale prevede l’istituzione di Uffici di pubblica tutela già dal 1997 (la legge nazionale istitutiva dell’AdS è del 2004). Inoltre il PISR 2004-2010 indica come obiettivo prioritario la realizzazione di percorsi formativi per AdS. Un operatore NSV: SA sta frequentando il corso di formazione finalizzati alla promozione dell’istituto dell’amministrazione di sostegno introdotto dalla Legge 6/2004. Il corso fornirà competenze e conoscenze sugli aspetti tecnico/giuridici, socio-sanitari e relazionali necessari per assolvere consapevolmente il ruolo dell’amministratore di sostegno previsto dalla suddetta legge oltre ad approfondire ulteriormente la tematica del “dopo di noi” (Adiutor III: i nuovi corsi per amministratori di sostegno. Cesvot tel. 055271731 – formazione@cesvot.it)

La conclusione del corso prevede l’istituzione di un registro dal quale attingere nell’eventualità si ritenga necessaria l’istituzione di un amministratore di sostegno esterno alla famiglia.

L’associazione L’Alba ha preso parte attiva all’organizzazione e partecipazione del convegno patrocinato dal CESVOT in cui è stata presentata una rilevazione delle capacità progettuali delle associazioni e fondazioni toscane rivolte al Durante e Dopo di Noi (novembre 2011). Tale rilevazione ha coinvolto numerose realtà toscana ed ha fatto emergere numerosi bisogni ed aspettative da parte delle associazioni. In particolare, sia nel percorso preparatorio che durante il convegno, è risultata chiara la domanda di rete e/o di coordinamento tra tutte le organizzazioni che operano nel campo della disabilità. Per tanto, L’Alba e in particolare un operatore NSV: SA parteciperà alla costruzione di una eventuale rete di soggetti operanti nell’ambito del Dopo di Noi.

Anche rispetto alla creazione della rete di supporto al cittadino, in riferimento alla figura del Difensore Civico, un operatore NSV: SA prenderà parte integrante e attiva come rappresentante dell’associazione.

Due operatrici frequentano il corso di formazione per coordinatori dei campi anti-mafia con lo scopo di rendere partecipi a pieno titolo gli utenti e l’associazione nell’azione di diffusione di una cultura fondata sulla legalità e sul senso civico che possa efficacemente contrapporsi alla cultura della violenza, del privilegio e del ricatto.