Madaus in concerto

HOME

Ore 20:00 allo stabilimento balneare L’Alba Big Fish gruppo ” Madaus ” Live concert con David Dainelli arrangiamenti e basso, Antonella Gualandri – Pianoforte, Aurora Pacchi, voce.

http://www.madaus.org/

Apericena di Fine Estate a L’Alba Big Fish

10635822_536940443106198_2724844202329564238_n

Dalle ore 20:00 una  splendida occasione per salutare l’estate che se ne sta andando con buon cibo ed allegria. Menù Salatini Crostini misti Pizze e schiacciatine Farro di mare Cous cous di mare Insalata russa Finger food Patate fritte Verdure fritte 3 Primi terra, mare, vegano Acqua Bevande eslcuse Euro 10

Shaker Band musica con Giorgio e Silvia

manifesto

Dalle ore 18:00n grande serata di ballo liscio e karaoke con la Shaker Band. Ore 20:00 cena a 18 euro, bevande escluse con il seguente menù: frittelle di bianchetti e zucchine al profumo di limone; cartoccio di baccalà alla livornese; capasanta gratinata allo zafferano: catalana di seppie con verdure filangé; orecchiette allo scoglio; fritto misto; mattonella fragola e cioccolato.

Concorso Versi per l’Anima 2014 prorogato fino al 28 Novembre

10330277_496244423842467_7665524148667627816_n

IL CONCORSO VERSI PER L’ANIMA E’ STATO PROROGATO FINO AL 28 NOVEMBRE!!!!!!!! È bandita la sesta edizione del concorso di poesia, per iniziativadell’Associazione L’ALBA, dal titolo “Versi per l’anima”,in occasione delle Giornate Nazionali della Salute Mentale. Regolamento Modalità di partecipazione Possono partecipare al concorso poesie in lingua italiana. Ogni autore e autrice potrà inviare una poesia della lunghezza massima di 25 versi. Il premio è aperto anche alla prosa ed ogni partecipante potrà inviarne una della lunghezza massimadi 4000 caratteri, spazi compresi. Premio speciale per componimento breve (twett) Il premio è ideato e offerto dalla famiglia Vitali e dedicato al figlio Alberto, che amava l’Associazione ed ha lasciato in tutti un indelebile ricordo. Al primo classificato andranno duecentocinquanta euro, al secondo e al terzo una ceramica artistica realizzata dal laboratorio di ceramica de L’ALBA. Ogni autore potrà partecipare a tutte le sezioni. Il tema è libero. Poesie e prose e twett dovranno essere inedite e mai premiate o segnalate in altri concorsi. Modalità  di invio delle opere Per partecipare al concorso, gli autori possono scegliere tra 3 diverse modalità: 1.Inviare l’apposito modulo con allegate 3 copie anonime di ogni poesiae/o prosa per posta a: Associazione L’ALBA – via delle BelleTorri n. 8 – 56127 Pisa (PI) oppure per fax allo 050-6068045 2.Inviare l’apposito modulo con allegate 3 copie anonime di ogni poesia e/o prosa via e-mail all’indirizzo:versiperlanima@lalbassociazione.com; le opere, in allegato alla mail, devono essere salvate in formato.rtf o in formato .doc o in formato .pdf 3.Compilare il FORM online che si trova nel sito dell’Associazione http//www.lalbassociazione.com . Quota di partecipazione Per partecipare al concorso è richiesto il versamento, per spese disegreteria, di 10 euro per ognunadelle sezioni a cui si intende partecipare, da effettuare sul c.c. bancarioIT55I0503414022000000113705 (Banco Popolare, Agenzia 2 Pisa, P.zzaToniolo) intestato a Associazione L’Alba o con assegno circolare intestato a Associazione L’Alba. Copia della ricevuta di versamento dovrà essere allegata alla scheda di partecipazione inviata per posta, posta elettronica o per fax. Scadenza L’iscrizione termina alle ore 13:00 del 28 novembre 2014. Non saranno prese in considerazione opere che arriveranno oltre il termine di scadenza. L’organizzazione non risponde del mancato recapito delle opere. Giuria La giuria, presieduta da Maria Velia Lorenzi, scrittrice e conduttrice del Laboratorio Esprimersi Scrivendo, è composta da Diana Gallo,Presidente associazione L’ALBA, Cristiana Vettori, scrittrice,Piero Floriani, già docente di letteratura italiana Università diPisa, Alessandro Scarpellini scrittore, Eva Campioni segretariadella Giuria. La giuria valuterà le opere in forma anonima, e sceglierà a suo insindacabile giudizio 3 finalisti per ognuna delle tre Sezioni, per untotale di 9 premi. Il giudizio della giuria è insindacabile. Premi Ai tre finalisti andranno: 1)Sezione Poesia 1°premio: 250 euro 2°premio: opera in ceramica artistica prodotta dalla “Bottega d’ArteCeramica ePsiche”. 3°premio: opera in ceramica artistica prodotta dalla “Bottega d’Arte Ceramicae Psiche”. 2)Sezione Prosa 1°premio: 250 euro 2°premio: opera in ceramica artistica prodotta dalla “Bottega d’Arte Ceramica ePsiche”. 3°premio: opera in ceramica artistica prodotta dalla “Bottega d’Arte Ceramicae Psiche”. 1)Premio Speciale per componimento breve (tweet) 1°premio: 250 euro 2°premio: opera in ceramica artistica prodotta dalla “Bottega d’Arte Ceramica e Psiche”. 3°premio: opera in ceramica artistica prodotti dalla “Bottega d’Arte Ceramicae Psiche”. La premiazione avrà luogo il 6 dicembre 2014, alle ore 17.00 presso l’AssociazioneL’ALBA in via delle Belle Torri n.8 a Pisa (PI) nell’ambito delle Giornate Nazionali della Salute Mentale 2014. I tre finalisti saranno contattati dall’AssociazioneL’ALBA e i loro nomi saranno pubblicati sul sito www.lalbassociazione.com,a partire dal 5 dicembre 2014. Non sono previste forme di ospitalità. I premiati che non potranno essere presenti, per motivate ragioni,potranno far ritirare i premi da un loro rappresentante. Diritti d’autore. Gli autori e le autrici, per il fatto stesso di partecipare al concorso, concedono il diritto di pubblicazione sul sito internet dell’Associazione e sulla rivista dell’associazione “L’Immaginario”,senza aver nulla a pretendere come diritto d’autore. I diritti rimangono comunque di proprietà dei rispettivi autori e autrici. Informazioni dalle ore 15.00 alle ore 17.00 dal lunedi al venerdi Segreteria organizzativa: Fabiana Pacini e Davide Cecchi Telefono:050544211 Fax:050-6068045 E-mail:associazionelalba@gmail.com Web:www.lalbassociazione.com

Assegnazione dello Stabilimento Balneare Big Fish all’Associazione L’Alba per i prossimi 20 anni

CAMQUkTFBucKJVo-556x313-noPad

http://www.change.org/p/assegnazione-dello-stabilimento-balneare-big-fish-all-associazione-l-alba-per-i-prossimi-20-anni?utm_medium=email&utm_source=notification&utm_campaign=new_petition_recruit#share Ma come avete fatto? Questa la domanda più frequente che gli avventori curiosi o i soci a conoscenza del viaggio ci hanno fatto il 1 Giugno 2013 giorno che avevamo fissato e rispettato per l’inaugurazione dello Stabilimento Balneare BIG FISH, in via Litornaea N. 68 a Marina di Pisa. Nel litorale sociale tra i bagni della Croce Rossa e della UISP sorgono le bandiere de L’Alba e di Le Mat a cui siamo affiliati per la gestione di servizi turistici di accoglienza sociale. Lo stabilimento balneare ci è stato assegnato in gara pubblica dal Comune a fine dicembre, prima di accedere e avere le chiavi sono passati circa due mesi, un mese per entrare in spiaggia per i vincoli necessari, i lavori di manutenzione obbligatori da bando si sono concentrati in circa due mesi, Aprile e Maggio. Con una media di 14-15 ore al giorno abbiamo lavorato con caparbietà, determinazione e tenacia pensando che il bagno sarebbe rinato e che il 1 Giugno avremmo aperto, nonostante tutti intorno erano scettici consapevoli della difficoltà dell’impegno e i più credevano che non saremmo riusciti ad aprire. Certo l’impresa era assai ardua, dovevamo togliere tutte le coperture in cemento-amianto di tutte le cabine e rimetterle in sesto con ripristino di intonaci e nuova tinteggiatura. Rimettere in sesto tutti gli impianti elettrici e idraulici. Abbiamo sostituito l’eternit presente con coperture in legno, ogni cabina si presenta con un faretto dedicato ed una presa, un tavolo e due panche per poter mangiare davanti alla propria cabina, due le abbiamo riservate ai soci volontari che vengono a rilassarsi e a fare il bagno poichè danno una mano nella gestione. L’atmosfera che ci ha accolto inizialmente era veramente fatiscente, ma si sentiva un’anima del posto, il sole ci ha accarezzato in qualche giornata di Aprile e poi un Maggio tremendo ci ha messo in serie difficoltà costringendoci a lavorare anche in condizioni atmosferiche difficili. Così anche il Libeccio e il Maestrale si sono fatti sentire in tutto il loro splendore. La sabbia era altissima, il ristorante quasi sepolto. Un verdolino dominava i muri con crepe di ogni genere, alcuni bambini passando ci hanno detto che per loro era il bagno fantasma. In abbandono da 4 anni siamo riusciti a farci assegnare anche il ristorante nonostante in prima battuta non fosse stato assegnato e ad oggi è un posto splendido con un grande chef, che ha già conquistato il cuore dell’arenile e uno staff di soci volontari in percorsi di riabilitazione psico – sociale condivisi che lavorano al servizio bar e in cucina in un ingranaggio di bellezza umana che ha del sublime. Avete fatto un miracolo ci hanno detto in molti. Il 1 Giugno la reception non era ancora pronta. Un cartello affisso recitava: “Questo è quello che rimane da fare, per i miracoli ci stiamo attrezzando.” Il laboratorio di ceramica dell’Associazione ha messo in produzione degli splendidi pesci colorati che sono stati incollati alle cabine come elementi caratterizzanti il BIG FISH e il laboratorio di pittura ha lavorato alla realizzazione di alcuni lavori in pannelli di legno che sono stati affissi sul viale di ingresso davanti a cui si realizza un angolo di seduta. Si mangia in serenità, in splendide serate all’esterno con il rumore del mare che ondeggia. Le persone parlano leggere, i bambini giocano, c’è la loro area giochi, tutti sono accolti, grandi e piccini, senza barriere per handicap e per diversità culturali, religiose, di genere, di età, l’atmosfera che si respira è bella. E’ quella dell’Associazione L’Alba che da anni sul territorio pisano si occupa di reiserire persone con problematiche psichiatriche attraverso percorsi di riabilitazione psico – sociale e che gestisce un ristorante in centro storico a Pisa e ne sta aprendo un’altro. All’interno lavorano trenta persone, utenti ed ex-utenti della Salute Mentale. La spiaggia dello Stabilimento Balneare è attrezzata per i portatori di handicap con sedie job, cabine adatte e passarelle fino al mare. I lavori sono stati portati avanti da molti soci volontari guidati da qualche socio volontario professionista esperto del settore edilizio, il lavoro era molto, qualcuno si scoraggiava, ma il BIG FISH stava nascendo e chi era dubbioso, sentiva la forza di chi andava avanti in un lavoro di squadra di grande insegnamento umano. Un vero e proprio atto terapeutico. Curando l’ambiente, abbiamo curato le persone e sviluppato senso di appartenenza e di partecipazione in chi ha portato avanti i lavori. La cura e la rinascita del luogo, il partecipare al lavoro di ricostruzione in prima persona ha reso le persone consapevoli che cambiare si può, che dalla distruzione si può ripartire, che loro stessi possono essere i protagonisti di un processo di rivitalizzazione e questo è un concreto e potente atto terapeutico, che lavora allo scheletro e sul sistema nervoso di tutti quelli che hanno partecipato a questa esperienza e che respira chiunque entra al BIG FISH godendo l’atmosfera del posto. Lo Stabilimento Balneare Big Fish è simbolo di eternità, di trasformazione, di amore, di presenza e di impertinenza e da primo giugno 2013 ha aperto le sue porte a tutti. Storia dell’Alba L’associazione di promozione sociale L’Alba, nata nel 2000 a Pisa, si occupa di integrazione psico-sociale di persone che soffrono o hanno sofferto di un disagio psichico o psicologico tramite la creazione di spazi condivisi, aperti a tutti, in cui ci sia un reale abbattimento dello stigma e tutti, in quanto persone e cittadini, possono usufruire di occasioni di divertimento, socializzazione e convivialità, benessere, cultura, formazione e informazione. L’Alba si dedica a progetti di riabilitazione psico-sociale tramite l’auto-aiuto, l’arteterapia, l’empowerment delle persone, il volontariato consapevole, con l’obiettivo di ritorno alla socializzazione ed ad una progettualità di vita il più possibile completa e felice. L’associazione si basa su una forte integrazione tra il servizio volontario – un volontariato consapevole attraverso il circolo Arci L’Alba che gestisce i servizi per i soci – e Rubedo.srl impresa sociale – società partecipata dall’associazione L’Alba, che si è formalmente costituita nell’ultimo anno. Il contesto è caratterizzato da uno scambio, co-progettazione e supervisione con gli enti pubblici e privati (Ausl 5, Provincia di Pisa, Società della Salute Pisana, Comune di Pisa, Regione Toscana, Fondazione Pisa, CESVOT Toscana, ARCI, LE MAT) con cui si tessono rapporti di responsabilità e reciprocità che proseguono da oltre 10 anni attraverso un sostegno reciproco fatto di economie virtuose e di crescita di posti di lavoro e di luoghi di integrazione sociale. Le tre anime (volontaristica, associazionistica e socio – imprenditoriale) vanno a soddisfare le vesti che ogni persona può indossare, man mano che entra in un percorso individualizzato, partendo svantaggiata da una sofferenza mentale si affranca attraverso un tragitto di riabilitazione nei gruppi e nei laboratori di arteterapia, volontariato consapevole dentro i servizi, inserimenti al lavoro, tirocini formativi,formazione per volontari e per professionisti,fino al lavoro,nei casi più meritevoli.