Progetto “Horta”

Horta

Semina, coltivazione e raccolta di verdure naturali e biologiche.
Chi vuole aderire come socio-lavoratore al progetto si rivolga al personale del Bar del Circolo ARCI L’Alba in via delle Belle Torri 8 a Pisa, oppure telefoni allo 050/544211 e chieda di Moreno.
Pagina ufficiale Facebook: https://www.facebook.com/horta.lalbassociazione?ref=hl

Workshop “Facilitatore Sociale per la salute mentale

manifesto_Workshop_FS_2014

Giovedì 18 dicembre 2014, dalle ore 8:30 alle ore 14:00, presso l’Ospedale San Donato di Arezzo, si svolgerà Workshop “Facilitatore Sociale per la salute mentale: dalla formazione all’inclusione sociale”. L’evento è organizzato dalla Azienda USL 8 di Arezzo, PerFormat srl, Associazione L’Alba di Pisa e Associazione CON-TATTO di Siena a seguito del corso di Formazione “Facilitatore sociale per la salute mentale” di Arezzo. L’evento illustra un modello interessante di avvio del processo d’integrazione della figura del facilitatore sociale nei servizi territoriali, alla luce delle politiche regionali.

“Udire le Voci e salute mentale”

corso voci 2014

Centro Regionale per lo Sviluppo dell’’Auto Aiuto nella Salute Mentale

REGIONE TOSCANA AISME e Casa della Cultura Rete Toscana Utenti Salute Mentale

Gruppo di Auto Aiuto di Massa, Associazione l’Alba di Pisa in collaborazione con:

il Coordinamento Toscano delle Associazioni per lSalute Mentale

Udire le Voci e salute mentale”

Corso di formazione per utentifamiliari e operatori

aprile – 15 maggio – 13 giugno 2014

Casa della Cultura

Via Forlanini, 164 Firenze

Il corso si propone di sviluppare una cultura nuova rispetto al fenomeno udire le voci che contrasti la sempre più diffusa tendenza a relegarlo

nel settore della malattia organica piuttosto che aprirsi anche ad altre prospettive indipendenti da quella biologica. Intendiamo attivare

la creazione di gruppi di uditori di voci in varie realtà toscane con il supporto delle associazioni.

Tali gruppi troveranno nel Centro Regionale dell’Auto Aiuto della Casa della Cultura un momento di riferimento che li putrà assistere

nel loro sviluppo.

Va sottolineato il fatto che sono le stesse associazioni degli utenti e dei familiari a porsi come protagoniste del corso dando particolare risalto

al sapere legato alle esperienze di chi soffre o ha sofferto di problemi di salute mentale.

Ciò potrà consentire di combinare al meglio il sapere “locale” delle persone nel loro contesto di vita con il sapere “generale” dei servizi producendo

progetti originali calibrati sui bisogni e i desideri delle persone. Considerando che i gruppi degli uditori di voci hanno trovato a livello internazionale

un grosso supporto dai movimenti degli utenti, il corso si propone anche come occasione di ulteriore sviluppo dei gruppi di auto aiuto e

delle associazioni di salute mentale.

Si farà riferimento a esperienze di gruppi sia italiani che stranieri. Verrà trattata in particolare la metodologia Romme&Escher che si è diffusa

in molti paesi attraverso la Rete Internazionale degli Uditori di Voci INTERVOICE. Verrà inoltre affrontato il rapporto dei gruppi di uditori

di voci con l’auto aiuto, con le associazioni, con i servizi e con gli enti locali.