Autonomia

/Autonomia
Autonomia 2018-01-25T16:45:39+00:00

Riconoscersi adulto favorisce la crescita motivazionale e l’assunzione di nuovi comportamenti, fondamentali per superare le difficoltà, come prerequisito fondamentale per lo sviluppo personale, per la crescita della propria autostima e per un buon inserimento sociale.

Gli obiettivi specifici da perseguire e consolidare, rispetto il raggiungimento dell’autonomia, prevedono:

Orientamento temporale: gestione autonoma del quotidiano, degli impegni all’interno del gruppo e all’esterno, organizzazione di una giornata tipo, con attività lavorative e associative, rispetto degli orari, consultazione del calendario, educazione alla gestione proficua del tempo libero e delle attività esterne al progetto

Orientamento spaziale: educazione all’integrazione nella realtà cittadina, orientamento nel quartiere: gestione del percorso da casa fino ai luoghi frequentati, capacità di individuare punti di riferimento, riconoscere le fermate di autobus, seguire i numeri civici

Uso del denaro: educazione alla gestione responsabile del proprio denaro secondo criteri di razionalità e priorità, acquisizione del valore del denaro, riconoscimento, conteggio, corrispondenza prezzo-denaro, resto; imparare come fare le spese, comprare in occasione di saldi, fare l’abbonamento e il tesseramento dell’autobus

Igiene e cura della persona: miglioramento dell’igiene personale, dell’abbigliamento, gestione degli effetti personali e cura della propria stanza, educazione alla cura di sé, a seguire le terapie prescritte, ad una giusta condotta alimentare, estetica e sessuale, all’esercizio fisico e alle scelte delle attività nel tempo libero;

Comunicazione e interazione: saper chiedere informazioni, saper riferire i propri dati, dare informazioni corrette, riconoscere l’estraneo, organizzare un pasto o una festa, reagire adeguatamente in caso di imprevisto; migliorare le relazioni interpersonali

Uso dei servizi: corrispondenza prodotto-negozio, orientamento in un supermercato, un negozio, un bar, un cinema; acquisizione delle capacità per usufruire di servizi pubblici di trasporto, banche, uffici postali, biglietterie; educazione alla gestione autonoma dei rapporti personali

Cucinare: seguire una ricetta, fare un elenco degli ingredienti, compilare la lista della spesa

Vita domestica: utilizzare gli strumenti presenti in casa (es. utilizzo della lavatrice, controllo della corretta chiusura del gas, uso di elettrodomestici);gestione delle tecnologie (es. telefono, computer, iPod, macchina fotografica digitale)

I progetti che prevedono esperienze di vita autonoma e condivisa in appartamento, aggiungono agli obbiettivi precedenti:

Gestione dell’appartamento: assunzione di responsabilità nello svolgimento degli incarichi assegnati di comune accordo, abilità pratiche nelle attività casalinghe (cucina, turni di pulizia, accoglienza dei visitatori, condivisione degli spazi comuni);

Capacità di distinguere tra estraneo e persona conosciuta: non aprire la porta agli estranei, chiedere aiuto agli enti o alle persone preposte a tale scopo, verificare l’affidabilità della persona con cui si interloquisce;
trascorrere la propria quotidianità n maniera autonoma rispetto alle famiglie di origine; possibilità di creare un nuovo nucleo di coppia.